Attività di recupero

L’attività di sostegno e recupero è parte ordinaria e permanente del POF e si esercita in modo preferenziale nella normale attività curricolare. Per sostenere gli studenti con ulteriori percorsi in orario extrascolastico si offrono due possibilità:

1) sportello (o tutoring)

- incontro settimanale aperto a tutti gli studenti della scuola

- per un periodo più o meno lungo dell’anno scolastico in relazione al bisogno
- su prenotazione da parte degli studenti
- su indicazione del consiglio di classe
- svolto da un docente dell’istituto

2) corsi di recupero
- incontro settimanale rivolto agli studenti di una classe, o di classi parallele
- per un numero di ore definito dal Consiglio di classe in relazione al bisogno
- su decisione del Consiglio di classe
- obbligatorio per gli studenti indicati
- svolto dal docente di classe, o da altro docente della stessa disciplina

In seguito al Decreto min. 80/07 e all’ OM 92/07 la scuola è tenuta a organizzare interventi didattico-educativi in relazione alle difficoltà scolastiche evidenziate in sede di scrutinio. I Consigli di classe, dopo aver esaminato la situazione scolastica degli studenti, nel caso in cui essi abbiano riportato una o più discipline con valutazione insufficiente, propongono forme di recupero e di sostegno:

 

• in forma autonoma (con comunicazione allegata alla pagella con indicazione delle insufficienze, delle carenze riscontrate, delle modalità del recupero)

 

• attraverso corsi di recupero organizzati dalla scuola:

 

  1) dopo la valutazione intermedia a fine trimestre:

 

attività pomeridiana settimanale, per classe, per classi parallele o per esigenze formative condivise;
su decisione del Consiglio di classe, con comunicazione scritta alla famiglia in allegato alla pagella;
obbligatoria per gli studenti indicati;
svolta da un docente interno all’istituto o esterno;
al termine del corso è prevista una verifica a cura del docente di disciplina della classe di appartenenza;
la famiglia può decidere di non avvalersi del corso dandone comunicazione scritta in segreteria. Resta l’obbligo di sottoporsi alla verifica finale.

  2) dopo lo scrutinio di fine anno:

per gli studenti con sospensione del giudizio;
aperto a tutti gli studenti della scuola, per classe, per classi parallele o per esigenze formative condivise;
per un numero di ore in relazione al bisogno, con un calendario che cerca di tener conto della necessità da parte di alcuni studenti di frequentare corsi in più discipline;
in un periodo compreso fra il termine delle lezioni e il 15 Luglio;
con comunicazione alla famiglia;
obbligatorio per gli studenti nella condizione di sospensione;
svolto da un docente interno all’istituto o esterno;
la famiglia può decidere di non avvalersi del corso dandone comunicazione scritta in segreteria.